>

Domande Frequenti ULTRAnchor - F&B Yachting, vendita di accessori nautici

Accessori Nautici e Vele d'Eccellenza
Logo F&B Yachting
Accessori Nautici e Vele d'Eccellenza
Accessori Nautici e Vele d'Eccellenza
Equipaggiamenti Marini Esclusivi e di Qualità
Equipaggiamenti Marini Esclusivi e di Qualità
Equipaggiamenti Marini Esclusivi e di Qualità
Design Boutique
Logo F&B yachting
Vai ai contenuti
ULTRAnchor
Domande Frequenti


Perché ULTRAnchor è disponibile solo in acciaio Inox AISI 316 L e non zincata?

Non è una scelta estetica né di mercato, ma è una necessità costruttiva. Tre ragioni:il braccio di ULTRAnchor è cavo e la marra, completamente chiusa (inscatolata) ha l’anima in piombo. Queste due parti esploderebbero se sottoposte alla temperatura di un bagno di zincatura.
Ma l'aspetto più importante per la scelta dell'acciaio inox è il carico di lavoro: le caratteristiche di ULTRAnchor sono tali da, in condizioni estreme,  renderla  soggetta ad un carico di lavoro altissimo. E' l'unica in grado di resistere in molte situazioni limite  per cui deve essere costruita con dei materiali (l'acciaio Inox appunto) in grado di garantire un carico di rottura adeguato.

Ma ULTRAnchor è cara?!

In realtà non è affatto cara: confrontata ad altre ancore "concorrenti" in acciaio inox, risulta essere meno costosa del 30-50%! Ovviamente non esistendo la versione in zincato (vedi sopra), non si può avere la scelta di una ULTRAnchor più economica. Ma razionalmente, essendo l'acciaio inox una motivata scelta tecnica atta a garantire prestazioni (ovvero sicurezza) senza confronti, l'eventuale differenza di prezzo si ripaga con i danni evitati alla propria e alle altrui imbarcazioni e con tanta tranquillità in più.

Considerate la vostra cnora ULTRA la migliore: per quale ragione?

Il miglior modo per comprendere a differenza fra la ULTRA e tutte le altre ancore sul mercato sarebbe quello di assistere ad una delle nostre famose prove in vasca. Via Web non è così facile. Il punto che però fa la differenza più evidente è che la nostre ULTRAnchor è l'unica che è stata studiata non solo per massimizzare la tenuta statica, ma anche per reagire positivamente ad uno stato dinamico (giri di vento e arate). La progettazione di tutte le altre sul mercato non ha mai tenuto conto del comportamento dinamico: quando spezzano la forza statica in un modo o nell'altro tendono a spedare.

Ci sono dei fondali in cui ULTRAnchor non fa testa?

ULTRAnchor fa testa profondamente in ogni fondale penetrabile. Ovviamente l’eccezione è rappresentata dai fondali in roccia dove nessuna ancora può dar testa: l’unica possibilità è che si agganci a qualche roccia. Su questi tipi di fondali si comporta circa come le altre ancore (in pratica va a fortuna…) con una piccola differenza: grazie alla sua unghia ricurva verso il basso, può essere un po’ più facile da salpare se salpata verticalmente. Ci sono infine alcune alghe con radici molto grosse e fitte che non permettono la penetrazione profonda di alcunché. Con ancore inferiori a 45 kg, queste offrono delle false prese in quanto le ancore si "impuntano" nelle radici, sembrano ben assestate ma poi le radici si spezzano e la tenuta cede: bisogna stare molto attenti...
ULTRAnchor da testa in pochi centimetri, per cui riesce a sfruttare meglio i piccoli spazi di fondale liberi da alghe.

Che soluzione suggerite quindi per i fondali in roccia?

Per questi tipi di fondali consigliamo (ed è solo un parere) le due soluzioni più tradizionali. Nell’ordine di efficienza: ancora a rampino (non ad ombrello), ancora Ammiragliato.

Ho visto le caratteristiche di ULTRAnchor ma non riesco a rendermi conto della vera differenza rispetto alle altre ancore: potete essere più precisi?

In Italia non si possono fare confronti diretti se non supportati da incontestabili dati pubblici. Quello che possiamo fare, e facciamo, è descrivere schematicamente e in maniera chiara ciò che ULTRAnchor è in grado di fare d’eccezionale. In questa pagina ci possiamo solo permettere di consigliare di fare un confronto cercando le caratteristiche delle altre ancore sul web, pur sapendo che spesso non sono ben elencate e chiare, e non guardare solo la tenuta statica delle ancore, ma anche quella dinamica (nel caso in cui, sotto molto carico, arino) e nei giri di vento. Se non troverà queste informazioni ci sarà una ragione...

Perché sostenete che ULTRAnchor sia più facile da filare?

Essenzialmente per due ragioni: comunque venga filata la catena e comunque l’ancora arrivi sul fondale, ULTRAnchor si raddrizza automaticamente e, appena la catena va in tiro, si dispone subito in posizione per dar testa sul punto. DA TESTA NELLA SPAZIO EQUIVALENTE ALLA SUA MISURA!
Inoltre, grazie alla sua unghia ricurva e alla forma a cucchiaio, immediatamente penetra il fondale lì dove è, senza trascinarsi, senza arare (vedere il filmato sul nostro sito web).
Tradotto: chiunque ci sia a prua a filare l'ancora, Ultra va in posizione e da testa con decisione.

Ma un’ancora vale l’altra: in fondo quello che tiene è la catena…

Questa non è una domanda, ma una obiezione che ogni tanto disgraziatamente ci sentiamo fare. NON è così per due ragioni:

1) Se "un’ancora valesse l’altra", oggi utilizzeremmo ancora ancore tipo Ammiragliato. E’ ovvio che ci sia stata una grandissima evoluzione (le ancore di forma sono comparse circa 80 anni fa ormai), anche se molto lenta: e nonostante ciò, se c’è vento, ci alziamo di notte a controllare se l’ancora ha spedato… ULTRAnchor, primogenita di una nuova generazione, rappresenta un notevolissimo salto in avanti nella concezione geometrica delle ancore.

2) ULTRAnchor fa la differenza proprio sul lavoro della catena: funziona infatti anche proprio lì, nel punto critico, quando sollevata dal fondale la catena e in tiro diretto sull’ancora. In queste circostanze Ultra non speda! Per questo è più sicura, per questo NON è più la catena che tiene, per questo consigliamo di usare il nostro cardine Ultra Swivel che garantisce un carico di rottura all’altezza di quello della catena a cui è attaccato.

Ma un’ancora con una tale capacità di penetrazione, non crea poi dei problemi quando deve essere salpata?

Per salpare ULTRAnchor basta portarsi sulla verticale: anche se si trovasse in un fondale fangoso e duro, l’unghia ricurva verso il basso si sfila in pochi istanti e l’ancora si libera.

Si può montare veramente sul 90% dei musoni?

Si, certamente: fino ad oggi abbiamo avuto solo pochissimi casi di musoni troppo stretti per accogliere ULTRAnchor. La notra percentuale di successo è del 98%!. In ogni caso abbiamo dei bow – roller (musoni) fatti apposta per la Ultra.

Quali sono i punti negativi di ULTRAnchor?

Un solo punto “negativo”: è il fatto che possa essere realizzata solo in acciaio Inox. Ciò ovviamente influisce sul costo dell’ancora se paragonata ad una zincata. Paragonata invece ad una ancora in Inox media, i costi sono spesso inferiori.

ULTRAnchor è certificata?

Per legge non sono richieste certificazioni per commercializzare ancore nel settore della nautica da diporto. Nonostante ciò ULTRAnchor è certificata ABS (che è la più alta certificazione internazionale ottenibile per un'ancora) che dichiara che ha una tenuta almeno 4 volte superiore ad un'ancora tradizionale e, come tutti i prodotti della Boyut Marine, la Certificazione di Qualità ISO 9001 : 2008.

Dove si può vedere o acquistare ULTRAnchor?

ULTRAnchor è un prodotto nuovo per cui presente solo nei migliori e più forniti negozi. Noi la vendiamo direttamente nel nostro negozio di Lavagna (GE) e siamo organizzati per spedire direttamente a domicilio tutti i nostri prodotti in tutta Italia.
COPIRIGHT
F&B Yachting SAS
Porto Turistico, 7
16033 Lavagna (GE) - Italia
Tel (+39) 0185 199 0856 - Fax (+39) 0185 199 0925
PI: IT 01479370999
Privacy Policy
COPIRIGHT
F&B Yachting SAS
Porto Turistico, 7
16033 Lavagna (GE) - Italia
Tel (+39) 0185 199 0856 - Fax (+39) 0185 199 0925
PI: IT 01479370999
Torna ai contenuti